Diari di Viaggio
Febbraio 2019

Sono partita carica di aspettative per un’isola che non è così conosciuta e che, proprio per questo motivo mi affascinava ancora di più e non vedevo l’ora di scoprire!

Mauritius non si vede molto nei film, non è battuta dal turismo di massa come tante altre isole che prenoto più frequentemente, quindi forse per questi motivi è rimasta così autentica, con una propria identità e ha mantenuto un fascino da “isola che non c’è”!

L’insieme dei colori: le sfumature d’azzurro delle lagune, il rosso dei tramonti, il verde delle piantagioni di canna da zucchero e ananas e il bianco delle spiagge.

I profumi dei fiori dai mille colori e delle spezie, il calore della popolazione locale con un innato senso di accoglienza e di ospitalità, data da secoli di alternarsi di varie dominazioni, un mix di culture, che hanno portato la popolazione locale ad avere un innato senso di ospitalità e di apertura verso lo straniero…atteggiamento così poco diffuso al giorno d’oggi!

Un viaggio a Mauritius non è solo una semplice vacanza di relax al mare, come in tanti potrebbero pensare, ma è una vera esperienza per tutti e cinque i sensi … un’isola tutta da assaporare!

E’ una vacanza estremamente dinamica, dove è possibile fare trekking, fare visite culturali e fare un tuffo in un mare meraviglioso!

Certamente le spiagge sono tra le più belle al mondo e variano da nord a sud…dalla lunga e bianca spiaggia di Flic en Flac (così chiamata per il rumore che i passi producono sul bagnasciuga) definita una delle più belle spiagge dell’Oceano Indiano.

L’acqua cristallina di Pereybere, vicino a Grand Baie definita la “Saint Tropez” dei tropici, l’isola dei cervi, sulla costa orientale, dove vivono migliaia di specie diverse di pesci coloratissimi, la spiaggia di Tamarin, paradiso dei surfisti e Le Morne per chi ama la pesca d’altura.

L’entroterra è quello che mi ha affascinato di più, perché ho scoperto un’isola selvaggia, incontaminata e pura, che regala emozioni uniche: dalle terre colorate nella zona di Chamarel, alla vivace Port Luis con i suoi mercati e i tanti templi e chiese di varie religioni che convivono nella stessa isola in modo assolutamente pacifico!

Mare da sogno, natura paradisiaca e popolo pacifico e socievole, questa è Mauritius!

Dopo essere stata una settimana a Mauritius e avere visitato gran parte dell’isola non posso che concordare con lo scrittore Mark Twain che così la descrisse in uno dei suoi libri:

“Mauritius è stata creata prima del paradiso e il paradiso è stato copiato da Mauritius!”

Paola Rossi
Travel Designer